I vini Claudio Quarta nei momenti suggestivi del Festival di Specchia al tramonto

 

A Specchia, uno dei borghi più belli d’Italia, si è compiuta la magia che solo la Cultura sa realizzare: si è appena conclusa la XIV edizione della Festa di Cinema del Reale, ideata da Big Sur e diretta da Paolo Pisanelli.

50 proiezioni su due schermi, tra eventi speciali e prime italiane; mostre e installazioni dispiegate tra le sale del Castello Risolo, piazze, magazzini, corti e palazzi nobiliari, animano quattro all day long all’insegna del cinema più spericolato, curioso e inventivo che si possa vedere e ascoltare, la cui proposta culturale passa anche attraverso i laboratori, le performance, live e djset, visite guidate ed happening che arricchiscono la sua intensa programmazione.

E noi siamo felici di essere stati “Creative Partner”: i nostri vini durante gli aperitivi al tramonto hanno offerto uno sguardo ancora diverso e con esso sfumature, esperienze, storie con cui ci siamo immersi in uno degli appuntamenti culturali più belli del Salento.  Il buon cinema come il buon vino possono essere condivisione di emozioni e di storie reali, quelle raccontate e quelle vissute, che si celano dietro ad una pellicola o dentro ad un calice di vino.

 

Mostri / miracoli / meraviglie sono le tre parole chiave che ispirano questa edizione e dettano il ritmo delle proiezioni con visioni inedite, originali e creative, capaci di raccontare le trasformazioni della società in cui viviamo.

Ci sono tre parole incise nel soffitto al centro di una stanza ottagonale le cui pareti e la volta a cupola sono ricoperti di specchi frantumati.  Al centro di mille immagini noi ci guardiamo riflessi e forse da lì potremmo riuscire a leggere l’incisione mostri / miracoli / meraviglie con lo stupore di chi non aveva mai visto accostare queste tre parole che rivelano sogni, paure, desideri di tutto il mondo”, racconta Paolo Pisanelli.

La Festa di Cinema del reale è una manifestazione unica in Italia: riduttivo definirla un festival o rassegna. Si tratta di un progetto culturale che, nei suoi giorni di permanenza a Specchia, è in grado di dar vita ad una vera e propria esperienza collettiva che si realizza in un clima di grande informalità e vicinanza tra gli autori, produttori, direttori di festival e il pubblico. Sarà per questo che ogni edizione vede aumentare la partecipazione del pubblico, pugliese e internazionale, che di anno in anno riconferma la sua presenza.

Le foto sono di Alessandra Tommasi Ph.

Tag:, , , , ,