Protagonista il Primitivo di Manduria “Antico Sigillo” l’unico vino pugliese, Top Hundred Wine Spectator 2016, prodotto a Tenute Eméra in Puglia

Arvinis 2017, il Salone dei vini di Montreaux in Svizzera,  apre le porte ai vitigni autoctoni del Sud Italia, con le diverse interpretazioni proposte dal vignaiolo Claudio Quarta. Protagonista, nello stand del produttore italiano ad Arvinis, la fiera dedicata ai vini provenienti da tutto il mondo, sarà il Primitivo di Manduria “Antico Sigillo” l’unico vino pugliese Top Hundred Wine Spectator 2016. La pregiata etichetta verrà proposta in anteprima per gli enoappassionati elvetici, durante la manifestazione in programma dal 26 aprile al 1° maggio a Montreaux.

Prodotto nella suggestiva cantina pugliese Tenute Emèra, dalle uve dei vigneti accarezzati dalle brezze dei vicino mar Ionio, nel cuore delle DOP di Manduria e Lizzano in Puglia, il Primitivo di Manduria “Antico Sigillo” racchiude i profumi e il gusto della tradizione, grazie al rispetto in cantina di alcune tecniche di un tempo come la vinificazione nelle vasche di cemento.

Accanto a questa linea, i visitatori potranno conoscere e degustare i “Classici”,  Claudio Quarta Vignaiolo, dallo stile contemporaneo, attento alla sostenibilità in ogni fase di produzione, dove la modernità tecnologica è utilizzata per ritrovare l’autenticità delle uve che hanno fatto la storia dei territori dove sorgono le sue tre cantine.

Oltre a Tenute Emèra, sempre in Puglia sorge la piccola cantina Moros, a Guagnano, epicentro della DOP Salice Salentino, nel cuore del Negroamaro. Una vecchia cantina sociale degli anni ’50, rinata nel 2012 per esaltare il cru del territorio, dove si produce un solo vino, l’omonimo Moros, in appena sei mila bottiglie l’anno: unica realtà di questo tipo in Puglia, una rarità del panorama nazionale.

In Campania, infine, si trova Cantina Sanpaolo, nel territorio del Greco di Tufo Docg, del Fiano di Avellino Docg e del pregiato Irpinia Aglianico Dop da cui nasce l’omonimo vino ed il più prestigioso Taurasi Docg.

Tre cantine, tre diversi territori, un unico obiettivo: produrre vini capaci di “raccontare” il Sud che emoziona. Un racconto che saprà affascinare il pubblico di Montreaux e non solo.

Tag:, , ,