Claudio Quarta Vignaiolo

Il Progetto Coral Wine

    La magia dell'invecchiamento sotto il mare, tra coralli e fauna marina, dati tecnici del processo.

I punti chiave di vini Coral Wines

Ambiente di Invecchiamento: 
Prima del progetto "Coral Wine", l'azienda Adriatic Shell era principalmente concentrata sulla produzione di cozze e ostriche, e ancora oggi produce alimenti, ma nel frattempo il focus principale si è spostato sul vino.

La produzione del cibo nello stesso luogo in cui invecchiamo il vino significa che settimanalmente collaboriamo con un istituto di oceanografia che preleva campioni di mare per verificare impurità e con un istituto veterinario che fa test di laboratorio sulla carne delle cozze per garantirne la qualità. Ciò implica un rigoroso controllo scientifico dell'ambiente in cui le bottiglie invecchiano.

Grazie alla infrastruttura sottomarina, armoniosa con la natura in modo sostenibile, la fauna selvatica è stata ripristinata nella valle e prospera con flora e fauna, oltre a numerosi pesci che si nascondono da predatori e pescatori.

I cosiddetti coralli che si formano sulle bottiglie sono principalmente piccoli vermi che puliscono il fondo del mare e cercano di trasformare oggetti estranei in pietra. Questa biodiversità ci consente di produrre design di bottiglie all'avanguardia. In passato, le etichette venivano rimosse dalle bottiglie, ma recentemente è stata sviluppata una tecnica che ci consente di mantenerle e far crescere i coralli sopra di esse. 

L'ambiente di invecchiamento del vino è contemporaneamente perfetto e imperfetto. Da un lato, le bottiglie invecchiano in assenza di luce, completo silenzio e temperatura costante, e dall'altro sono esposte alla pressione costante del mare e alle vibrazioni delle correnti marine. Piuttosto che minimizzare l'impatto, se ha sviluppato speciali gabbie che consentono alle bottiglie di galleggiare in mare con un contatto minimo con i supporti, garantendo così che il mare scorra tra le bottiglie e che siano esposte al massimo a queste condizioni. Sono anche leggermente sollevate dal fondo del mare, garantendo che le bottiglie non assumano odori sgradevoli. Ogni gabbia contiene 150 bottiglie, e attualmente ce ne sono circa 130 in mare.


Dopo l'immersione, le bottiglie non vengono lasciate a se stesse per lunghi periodi, ma eseguiamo regolari immersioni di controllo per garantire che tutto sia in ordine e le bottiglie campione vengono tolte dalle gabbie e monitorate attentamente per i cambiamenti di gusto, odore e qualità. Spesso le bottiglie campione vengono sottoposte ad analisi di laboratorio e confrontate con le bottiglie originali per ulteriori ricerche e sviluppo.

Profondità e Durata dell'Invecchiamento:
Non tutti i vini invecchiano alle stesse profondità, né li invecchiamo per lo stesso periodo di tempo. Le profondità variano generalmente da 25 a 40 metri. Il tempo di invecchiamento può variare da 6 mesi a 5 anni. Per periodi più brevi, scegliamo profondità minori, e per periodi più lunghi di invecchiamento scegliamo profondità maggiori, al fine di evitare variazioni di temperatura durante le stagioni estive e invernali. Non tutti i vini hanno la capacità di invecchiare per lo stesso periodo, neanche tradizionalmente. Un semplice vino bianco non può invecchiare tanto quanto un Barolo di un produttore di qualità. Questo vale anche per i vini sottomarini. I vini con una lunga shelf life cambiano lentamente; mentre dobbiamo permettere ai coralli di crescere, dobbiamo anche cambiare abbastanza il vino affinché odori e sapore si differenzino, ma senza stancarlo o logorarlo. Naturalmente, invecchieremo il Chablis, il Gavi, il Barbera e i vini con una vita più breve, e invecchieremo il Barolo, l'Amarone e il Rioja per un periodo più lungo.

Differenze nei Vini: Queste condizioni uniche dell'invecchiamento sottomarino rendono i vini diversi da quelli invecchiati in modo tradizionale. Lo stress costante fa sì che i vini siano un po' più avanzati nello sviluppo e sembrino più

La prima speranza 'e, tra cui anche Jacarando Blanc de Blancs, Puddinghe, e altre pregiate selezioni, saranno disponibili per l’acquisto in confezioni di legno che confrontano il vino evoluto in cantina con quello evoluto negli abissi e costellato di alghe e sedimenti marini.


  • Coral Wines
  • vini dagli abissi
  • Claudio Quarta vignaiolo