CANTINA SANPAOLO sorge in un’area collinare, a cavallo fra le province di Avellino e Benevento, integrandosi perfettamente col paesaggio. Qui si coltivano le uve a bacca bianca che danno origine al Greco di Tufo Docg, al Fiano di Avellino Docg e alla Beneventano Falanghina Igp, insieme al pregiato Irpinia Aglianico Dop da cui nasce l’omonimo vino ed il più prestigioso Taurasi Docg. I vigneti, coltivati fino a 700 metri d’altezza assolati, godono di una forte escursione termica che esalta l’aromaticità delle uve. Gran parte delle vigne sono in affitto o gestione congiunta: la conformazione delle proprietà, frammentata e dislocata sul territorio, consente l’approvvigionamento da diversi conferitori garantendo la selezione delle migliori uve e il costante bilanciamento del prodotto negli anni. In questo modo, la qualità e le caratteristiche dei vini si mantengono inalterate di annata in annata.

Il vigneto di Claudio Quarta è composto di piccoli appezzamenti per un totale di circa 22 ettari: 10 si estendono intorno alla cantina, suddivisi fra le aree di Tufo – dove si coltiva il pregiato Greco – di Lapio – nel cuore della Docg Fiano d’Avellino per l’allevamento del Fiano – e di Paternopoli, per la coltivazione dell’Aglianico, nella Dop Irpinia Aglianico e Docg Taurasi. Gli altri 12 ettari, coltivati a Falanghina e ad Aglianico, costituiscono un’unica tenuta situata a Pietrelcina, nel beneventano.

La cantina si sviluppa su tre livelli scavati sul pendio di una collina: il terrazzamento in via di completamento, con impianto di vigneti, le permetterà di essere completamente integrata con l’ambiente circostante, nel rispetto dell’armonia del paesaggio che ne ha ispirato la ristrutturazione. È tecnicamente attrezzata per la produzione di bianchi e rossi e per il loro affinamento nella barricaia, composta da botti di diversi carati: barrique, tonneau e botti di rovere. Le etichette attualmente prodotte sono otto.

Tufo

Avellino

Jacarando

Colore rosa corallo, perlage fine continuo e persistente; presenta intensi sentori di pesca bianca, fragola, ciliegia e mela golden. Gusto fresco e persistente.

Falanghina IGP

Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, rivela piacevoli sensazioni di frutta esotica, agrumi e pera. Al palato la freschezza, la fragranza e la mineralità lo rendono molto gradevole.

Greco di Tufo

Verdognolo/giallo paglierino, presenta al naso note aromatiche che ricordano la pesca, l’albicocca, i fiori di campo e la camomilla. Al palato si ripropone deciso, nobile ed estremamente elegante.

Fiano di Avellino

Di colore giallo paglierino tenue, profumo tipico erbaceo che ben si rispecchia al palato, insieme alla freschezza unita a doti di spiccata sapidità.
Ideale con formaggi non stagionati, carni bianche, crostacei.

Suavemente

Di colore giallo paglierino, dai sentori fini e invitanti di note floreali, di frutta esotica e di agrumi.
Ideale con crudi di mare, carpaccio di pesce.

Greco di Tufo Claudio Quarta

Eccezionale bilanciamento tra freschezza del vitigno, suoli e ricchezza del frutto. L’ampio bouquet si arricchisce di complessità grazie al lungo affinamento (12 mesi) sur lie. Ne risulta un vino asciutto e di grande finezza, eleganza e persistenza.

Irpinia Aglianico

Uva che beneficia dei freddi autunnali per sviluppare una fragranza di profumi che si riflettono in un vino elegante nell’aspetto, di colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, profumi di frutti di bosco, sapore morbido e giustamente tannico.

Taurasi

Colore rosso rubino, presenta intensi sentori di ciliegia, viola mammola e piccoli frutti a bacca rossa con sfumature di spezie e cioccolato. Gusto caldo e avvolgente.
Ideale con cacciagione, brasato a lunga cottura, formaggi a pasta dura.